Fragilità 

Faccio capolino nell’attualità.

Generalmente evito di commentare i fatti di cronaca, si commentano da soli e poi sono già in tanti a dire cosa era giusto fare e non fare, sono già in tanti a saperla lunga, una in più non serve.

E poi il problema mio è che io proprio non la so lunga.

Primo perché quando l’orrore si condensa già nel titolo non voglio nemmeno conoscere i dettagli.

Ho paura, lo trovo raccapricciante, non ho questa morbosità di sapere per filo e per segno come si sono svolti i fatti.

Secondo perché, ancora, ho paura.

Ho paura perchè è facile giudicare col senno di poi, ne son piene le fosse.

Ma questi fatti non sono accaduti per la prima volta, ne sarà l’ultima.

Sia chiaro che vittime e colpevoli sono ben delineati, è fuori di dubbio nella maniera più assoluta.

Ma cosa mi assicura che la prossima volta non possa essere proprio io a non riuscire a respingere chi mi importuna? A non essere preda di una folle rabbia per aver subito un abbandono? A non riconoscere, o a restare indifferente, davanti a un grave crimine che mi sta accadendo sotto il naso?

Mi sento estremamente fragile.

Annunci

One Reply to “Fragilità ”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...