Sgomento

Ripesco ancora dal passato: questo post scritto due anni fa sembra incredibilmente attuale, triste ironia.

———————————-

Prendo atto che ho un approccio mentale, un filo logico tutto mio, poco comune, nel valutare le situazioni ed elaborare i miei pensieri.

Ad esempio: leggo molteplici richiami alla pena di morte o auguri di pene eterne in vita agli assassini che popolano le cronache odierne.
Per carità, non che io li applauda acclamando al ‘bel lavoretto’ che hanno fatto, lo metto in chiaro da subito.

Però non riesco a mettermi alla lavagna e scrivere l’elenco dei buoni e dei cattivi.
Sono invece profondamente angosciata perché ritengo che di fondo siamo tutti uguali, e in determinate circostanze reagiamo in modo diverso in base alle esperienze che abbiamo maturato e al contesto in cui viviamo la quotidianità, con una piccola variabile legata al carattere.
E non riesco ad individuare il processo mentale viziato secondo cui un uomo giovane e sano possa arrivare a sgozzare la moglie con cui ha appena fatto l’amore e i suoi figli che dormono beatamente. 

Il fatto che si fosse invaghito di un’altra è una motivazione al pari di ‘russavano’: non ci sta!!!!

Ma la cosa allucinante è che, COME SE NULLA FOSSE ACCADUTO se ne va al bar a guardare l’Italia che gioca.

E se la prima parte è un fatto eccezionale, la seconda è del tutto quotidiano: quanti uomini sono perfettamente in grado di sostenere accese discussioni e poi chiudersi la porta alle spalle e fare come se nulla fosse…
Io che anche per una stronzata mi rovino il cervello per settimane e non riesco a dissimulare nessun malumore quando sono turbata…
Quindi, dicevo, io il filo logico non lo trovo ma sono convinta che, per quanto deviato, assurdo e paradossale deve esistere…

———————————-

Quel fatto di cronaca mi aveva sconcertata in maniera particolare, per l’apparente armonia (raccontata) che non preludeva a una simile tragedia, per quel dettaglio del rapporto con la moglie, e per quell’altro della partita di calcio.

Ad oggi ancora ne conservo un ricordo agghiacciante.

Però nutro anche un dubbio: è un caso che fatti simili si ripetano nello stesso periodo dell’anno? è legato a fattori stagionali? O è semplicemente una questione di palinsesti giornalistici?

Annunci

3 Replies to “Sgomento”

  1. Io credo che purtroppo questo tipo di avvenimenti accadano sempre, e che siano i mass media a darne più o meno risalto. Vengono create artificialmente (magari anche involontariamente) psicosi di massa, perché ci sono periodi in cui si parla solo di sassi gettati sulle auto in autostrada, periodi in cui ci sono figli abbandonati ovunque, periodi in cui partorienti muoiono senza motivo, periodi in cui gli anziani vengono raggirati in ogni modo…
    Questi avevnimenti, purtroppo, accadono sempre (basta leggere qualche quotidiano locale) solo che a livello nazionale vengono enfatizzati solo quelli che possono fare ‘più notizia’ in quel preciso momento.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...