Specchio specchio delle mie brame

Nel mio immaginario alla parola sindaco corrisponde un signore di mezza età, bassa statura, stempiato, capelli bianchi e ventre prominente che sottende i bottoni di una camicia azzurra.
Così quando ho riportato la notizia ‘hanno arrestato il sindaco di Abano’ non mi aspettavo una risposta del tipo ‘Chi? il figo?’.
Sono subito andata in rete a controllare le immagini, che mi hanno resituito un tipo ben diverso da quello del mio cliché, un tipo alla Fabrizio Corona, per capirsi.
Ora lungi da me entrare nel merito (o demerito) politico del personaggio.

Ma ho iniziato a riflettere: quanto conta il fattore estetico nel successo politico, o lavorativo o anche nel quotidiano?

Quanto aggiunge alla credibilità il bell’aspetto? e quanto invece l’essere brutti ne va a detrimento e comporta sforzo ulteriore per ottenerla?

Mi pare di avere anche letto qualche studio in proposito, che l’essere di piacevole aspetto aiuterebbe a trovare lavoro.

Forse ciò che inganna è che ci si fida dell’ingannevole binomio bello = bravo.

O forse più semplicemente è più gradevole avere a che fare, tutto il giorno e tutti i giorni, con una persona ben presentabile.

E invece essere troppo belli può essere d’intralcio quando si rivestono determinate cariche?

Soprattutto in ambito tecnico, a mio giudizio, è più facile ottenere credito se si cerca di mimetizzarsi un po’: sembra che uno troppo bello non possa anche essere preparato.

In questo caso parlo per sensazioni, non ho letto, nè tantomeno fatto, nessuno studio alla base di quanto sto affermando.

In conclusione… Belli sì ma con juicio.

Annunci

11 Replies to “Specchio specchio delle mie brame”

      1. ma come si fa?

        il blog in questo senso un pò aiuta. non trovi?

        prendi noi per esempio. che ne so io chi sei tu? potresti essere una maniaca, assassina, suora, professoressa … qualsiasi cosa … eppure mi fermo a parlare con te per il piacere di farlo e basta. se sapessi altro magari non mi fermerei più oppure cercherei di andare oltre.

        Liked by 1 persona

      2. Sicuramente il blog ti fa ‘conoscere’ meglio una persona… Ma ti mancherà sempre il riscontro con la realtà.

        Una delle cose che mi piace del nuotare è che conosci le persone ‘per quello che sono’: quando sei in vasca non importa a nessuno di come ti vesti, che lavoro fai, che auto guidi e dove vanno a scuola i tuoi figli. Ci sei tu ed eventualmente i tuoi tempi di prestazione

        Mi piace

  1. E’ vero che l’avvenenza nella vita aiuta , ma nel lavoro , se non vuoi stare nello specifico settore “bellezza” , intelligenza , disponibilità e professionalità spiccano in assoluto e vengono valutate in ogni ambito
    (Certo che se uno/a , oltre a queste tre ultime qualità possiede anche un bell’aspetto….non so più che dire)

    Liked by 1 persona

  2. A volte dico tra me e me, ripensando anche ad un passaggio del film “I cento passi”, che la bellezza salverà il mondo. Nessuna giornata troppo pesante rimane tale se, a sera, si assiste a qualcosa di bello. Sia esso, non so, un tramonto, un sorriso, la propria casa, o perchè no…il viso del partner.

    Allo stesso modo credo semplicemente che quando qualcuno deve scegliere un altra persona per qualsivoglia ruolo, da quello politico a quello professionale, la bellezza è un punto in più. Anche in ambiti più tecnici è possibile avere un bell’aspetto pur dando l’impressione di essere “nel ramo”.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...