San Vito Lo Capo (#10)

Dopo una colazione a base di bomboloni e sfoglie ripiene di crema alla ricotta, puntiamo verso quella che mi è stata decantata come la spiaggia migliore dell’isola.

Il panorama oggi mi sembra strappato da una busta di confezione del minestrone della valle degli orti.
Raggiungiamo San Vito Lo Capo verso l’ora di pranzo, e sono già tutti li. Quando dico tutti intendo l’intera popolazione mondiale tranne due o tre persone, forse non serve che racconti come era perché tanto erano tutti sul posto.
Somma delusione: dopo aver attraversato una cortina di ombrelloni densa come gli stabilimenti balneari di Riccione in alta stagione, dopo aver sperimentato la pirobazia (firewalking, quella di Giucas Casella per capirsi), illudendomi che l’ombra di quelli in piedi potesse attutire il calore della sabbia rovente, raggiungo la battigia, degna di paragone con la nostrana Sottomarina: un tappeto di alghe.
Per fortuna le alghe si limitano alla riva e l’acqua è effettivamente molto bella: fondale di sabbia bianca, acqua cristallina, temperatura finalmente gradevole e alle spalle la vista sulle montagne di color verde militare.
(To be continued)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...