Ho perso il telecomando 

Da alcuni anni ho smesso di guardare la tv; non ho dovuto fare nessuno sforzo di volontà, non ho avuto crisi di astinenza, nessun rimpianto.

Semplicemente a casa mia la televisione è diventata monopolio altrui e io non ne sento la mancanza.

Mi stupisce leggere sui social tanti dibattiti sul GfVip: io manco sapevo che facessero il GfVip.

Però non ho nulla contro la TV e a riprova di questo vado a citare 10 programmi che mi sono rimasti nel cuore (in ordine cronologico sparso).

Zelig: le prime edizioni, con Bisio simpatico umorista che faceva roteare la Hunzicker sulle note di Demasiado corazon.

Mai Dire TV: la Gialappa’s Band che andava a rovistare nel trash delle emittenti locali e riportava il tarantolato imitatore del passo MoonWalker, quando Michael Jackson era ancora un cantante con i capelli ricci e la pelle nera.

TV delle ragazze: presentato da Serena Dandini, con le parodie degli spot; fantastica Angela Finocchiaro che veniva gettata dall’elicottero, in omaggio alla Nuvenia.

Avanzi: evoluzione del precedente; memorabile Francesca Reggiani, l’impiegata delle poste che faceva sportello dalle 8 alle 8; e Sabina Guzzanti nei panni di Moana Pozzi  che chiedeva “Loche… Ti Tocchi?”

Quelli della notte: condotta da Renzo Arbore, trasmessa in tarda serata; “tu nella vita comandi fino a quando ci hai stretto in mano il tuo telecomando” (e infatti io ho perso lo scettro).

Ai confini della realtà: inquietante serie di telefilm fantascientifici; ero rimasta traumatizzata da un episodio in cui un bimbo troppo intelligente viene soppresso (ora so che posso dormire sonni tranquilli, ma al tempo mi sentivo toccata da vicino).

Sex and the city: visto tutto, dal primo episodio all’ultimo; non ho ancora capito se mi sento più affine a Miranda o a Samanta.

Quo vadiz: varietà ideato e condotto da Maurizio Nichetti, con Sidney Rome, tutto ambientato in una farsesca ricostruzione dell’epoca romana, dai costumi alle scenografie, sembrava in qualche modo di studiare la storia.

Being Erica: altra serie di telefilm, di origine canadese, passata ingiustamente in sordina; la protagonista, Erica, si ritrovava proiettata nel suo passato o nel futuro per rivivere momenti importanti della sua vita e poi analizzarli.

Lost: ecco, questa è la serie più inquietante dei tempi nostri; se ne ‘Ai confini della realtà’ si parlava di fantascienza, qui non è dato sapere di cosa si parlasse. Lost significa perso, e gli autori avevano veramente perso il filo del discorso. Rigoroso seguire anche le interruzioni pubblicitarie perchè si sa mai che qualche tessera del mosaico potesse comparire là.

X-Factor: eh, lo so che non è finito, infatti mi sta facendo riprendere possesso dello scettro. Mi piace un sacco perché riporta in auge brani che ormai avevo dimenticato; perché fa emergere la passione dei concorrenti, nei quali mi immedesimo; perché trovo divertenti i siparietti tra i giudici.

Sono 11? Vabbè, teniamo!

Annunci

11 Replies to “Ho perso il telecomando ”

  1. non guardo la televisione da nove mesi…mio figlio oltre ad essere bello e simpatico è anche sensibile ai rumori quindi quando dorme a casa mia si smette di fare tutto compreso vedere la tv. Certo è pur vero che non ho mai detto no ad un bel film ma solo se ne vale veramente la pena (e dispone di sottotitoli!) Devo dire che la cosa non mi ha fatto mai sentire orfana anche perché secondo me (sto per dire una cosa da anziana) i programmi non sono più quelli di una volta divertenti, “puliti” e lontani da una volgarità gratuita che ha preso il sopravvento su quelli di oggi. Al momento per me sarebbe difficile stilare una lista…dovrei tornare indietro nel tempo proprio come hai fatto tu, ma da quando ho partorito il mio cervello si è lentamente bruciato quindi passo la mano! Devo dire però che due sono i programmi ai quali al momento non riuscirei (e non voglio) rinunciare:
    1) Grey’s anatomy è stato un gran bel regalo degli anni 2000. Certo, la cara Shonda ha fatto morire tutti (chiaramente in maniera tragica) e ha mandato via molti pilastri della serie ma ormai ne sono dipendente;
    2) X Factor che anno dopo anno mi prende e mi diverte sempre di più.
    Insomma ai vari Bonolis & Co che urlano in continuazione rendendosi simpatici con battute a doppio senso preferisco il silenzio della casa…anche perché poi chi me lo riaddormenta mio figlio?

    Liked by 1 persona

    1. Io a dire il vero non sono mai stata teledipendente ma da quando sono nate le mie figlie… è stato quello il vero momento di abbandono della tv: hanno preso possesso del telecomando e si può scegliere tra Peppa Pig o Masha e l’orso. Ora anche le Winx.
      Per fortuna la più grande apprezza xfactor così lo posso guardare.
      Mi hai fatto tornare in mente anche ER e il Dr house che probabilmente ho rimosso dopo aver trascorso troppo tempo a contatto con le realtà ospedaliere; quindi non ho mai approfondito grey’s anatomy…

      Mi piace

    1. No le casalinghe me le sono lasciate sfuggire… come dicevo in un altro commento ho rimosso dalla mia memoria le serie mediche tipo ER o doctor house che amavo ma dopo un periodo di frequentazione degli ospedali reali ho preferito non appassionarmi più a questo tipo di fiction anche se riconosco che Gray’s anatomy per quel poco che ho visto non è male ma bisognerebbe seguirlo per bene per capire…

      Mi piace

  2. Haha, anch’io ho smesso di guardare la TV, tranne qualche partita di calcio (tra l’altro non ho Sky).
    Tra i programmi da te citati, anch’io seguivo Zelig, QUelli della notte, e Mai dire Gol. Aggiungerei Drive In e DeeJay Television negli anni ’80.
    Ciao

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...