Motivazioni

Ci sono alcune spiegazioni ‘standard’ per cui Viola accetta la momentanea assenza del suo papà:
la prima spiegazione è che “papà è lavoae”: succede che alcune volte parta presto al mattino per il lavoro, e quando lei si sveglia non lo trova, oppure a volte la sera torna un po’ più tardi del solito.

La seconda spiegazione è che il papà “gioca a tennis con zio Pao”: la accetta perchè vede zio Pao che viene a prelevare il papà, e la mamma ripete insistentemente che poi torna, mentre li accompagnamo alla porta.

La terza spiegazione è che papà è ‘via coi amicci’ e questa già le ritorna più vaga, non sa bene cosa significhi, ma è entrata nel repertorio.

Quando si sveglia, di notte o al mattino presto, Viola chiama a gran voce il suo papà; se mi presento io dapprima inizia a protestare, poi si rassegna e si auto-spiega ad alta voce l’assenza ripetendo uno dei suddetti motivi, non necessariamente con nesso di causa / effetto.

Poi c’è un’altra spiegazione che è “pito i aieni” che è quella che offro io quando non so più che santi chiamare ma che ovviamente non ha corrispondenza con nessuna situazione reale, e in tutta onestà rimuovo di aver fornito un simile alibi.

Infatti ieri sera dopo un piccolo capriccio si ripeteva serafica che papà “pito i aieni” e io non capivo, un po’ a causa dell’eterno ciuccio in bocca che tiene come la pipa di Popeye, un po’ perchè mi ero dimenticata di avere in alcune occasioni detto a Viola che papà lo hanno rapito gli alieni.

Annunci

6 Replies to “Motivazioni”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...