Sto pensando a… *

Allora c’è sta cosa che per me è il bello (o il brutto) dei social, in particolare di Facebook: tu scrivi un post, e inevitabilmente in quel momento pensi a uno o alcuni destinatari specifici. 
Che sia una frase, una citazione, un link, una canzone, in quel momento stiamo pensando a qualcuno.

Per i nessi logici più disparati.
E, sistematicamente, quel qualcuno non si fila di striscio il nostro post, manco se lo/la tagghi.
E fin qua ok. 

Però … Però… Al suo posto si presentano numerosi che hanno capito tutt’altro di ciò che intendevi, a volte anche un bel nulla, e che commentano liberamente, a volte anche si offendono per quel che hanno (fra)inteso. Nel mentre nessun cenno dai destinatari ideali, e così il post si spegne, o parte per la tangente.
Poi magari quei primi li trovi al bar un mese dopo a dirti ‘quella volta che hai scritto che…’ ma questa è un’altra storia.
I secondi invece possono seguire due destini: o a un certo punto li fai fuori, oppure ti iniziano a riservare sorprese meravigliose.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...