Sinestesie della felicità *

Lestateaddosso….. trallalalà…..

Non sono una fan di Jovanotti ma questa mi si è insidiata in un angolo remoto della testa e ultimamente mi capita spesso di canticchiarla.

Poi caso vuole che accendo la radio e parlano ancora proprio di lui…. tantotantotantotantotanto…. Sono trascorsi già 10 anni …..Però!!!
Mi fido di te…ascolto il testo di questa canzone senza riflettere troppo, e mi colpisce la domanda:

‘Dottore che sintomi ha la felicità?’
Sull’onda di questo interrogativo smetto di canticchiare e inizio ad approfondire, voglio darmi una risposta!

‘Che rumore fa la felicità?’ … aspetta, questi sono i Negrita

E poi c’è anche quella che diceva ‘…non ricordo più che sapore ha la felicità…’ (la cantava a Sanremo pochi anni fa Simona Molnari).

Sintomi, sapore, rumore… : in che interrogativo difficile mi sono imbarcata, pensare che ero partita da Jovanotti.

Bypassiamo pure Albano e Romina secondo cui si poteva ricondurre a un bicchiere di vino con un panino, ci provo; lungi da me elencare cosa puó rendere felici, bensì cercare di esprimere come ci si sente… i sintomi insomma….

Le farfalle nello stomaco? quella secondo me è più fame che altro.
Allora come?

Quando ti assale la felicità, ti sembra di respirare ossigeno vivo; hai la sensazione che ogni respiro che fai ti inebbri di energia pura; senti tutte le cellule partecipare al ciclo vitale. Il mondo intorno sembra pulsare assieme al tuo cuore.
Altre volte invece può essere una risata spasmodica, che contrae ogni muscolo fino alla spossatezza.
Questo fenomeno dura qualche istante, poi però ti rimane dentro un feedback. 

Un po’ come un palloncino: man mano che soffi va ad espandersi e quando è abbastanza teso sei ‘felice di base’.
Nelle fasi di quiete il rumore della felicità è il silenzio, o al massimo un garrulo cinguettare di uccellini. Invece mentre si gonfia il palloncino la felicità fa il rombo di una F1, l’urlo di una vittoria, una chitarra elettrica amplificata al massimo mentre suona Mark Knopler.
E che sapore ha? Sapore di frutta fresca di stagione, di pane appena sfornato.
Ma andiamo avanti, che ci ho preso gusto: che colore ha? che profumo?
Ha il colore azzurro del mare e del cielo, il giallo del sole e di conseguenza azzurro e giallo fa verde, il verde dei prati erbosi.

E il profumo? 

Beh più ci penso e più mi convinco che ha il profumo del letame nei campi… Si lo so che sono strana …

Annunci

4 Replies to “Sinestesie della felicità *”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...