Le mezze stagioni e altri luoghi comuni da sfatare

“Non ci sono più le mezze stagioni” è una bufala. Le mezze stagioni ci sono eccome, e ci siamo belli che in mezzo.

La mattina è fresco, poi diventa caldo, ma non è una certezza, può volgere anche in burrasca.

Nell’incertezza non sai mai come vestirti e io mi cambio almeno un paio di volte prima di uscire di casa. Così anche ieri mattina mi sono presa tardi, e per uscire dal garage con l’auto devo fare manovra: in tempi stretti ma va fatto con calma!

Destra, retro, attenzione ai sensori di parcheggio canaglioni… con la coda dell’occhio percepisco un movimento.

Guardo fuori dal finestrino e… toh, un gatto! Un gatto che non dovrebbe essere lì, nella zona comune antistante i garage, perché nessuno dei residenti della schiera ne possiede uno.

Osservo meglio … oltre al gatto (gatta ad essere precisi), dietro di lui, in fila indiana non c’era Buddha, bensì un topolino.

Gatto Tom avanti, topo Jerry dietro! 

Prima reazione: il ribrezzo! Soffoco un urlo.

No non è vero, non ho soffocato un bel nulla, ho gridato.

Secondo step: realizzo che il gatto che non dovrebbe essere lì in realtà è proprio al suo posto! Gatto cacciatore di topolino preda!

Terza fase: il gatto si spaventa per l’auto in movimento e… scappa.

Ma come? Tu gatto sei nato per catturare i topi e ne hai uno giusto dietro la coda. Su forza, fai il tuo dovere!

Ma il gatto esce e scappa fuori.

Talmente convinta che il gatto DEVE rincorrere il topo che mi ritrovo a parlare col gatto: picchio le nocche sul finestrino e gli intimo, sempre rigorosamente dietro il finestrino ben chiuso, di acchiappare quella che noi chiamiamo localmente moreietta (per contraddistinguerla dalle più temibili pantegane).

Ma niente, il gatto è ormai fuori e il topo ha voltato la direzione ed è scappato anche lui.

Esco, chiudo il basculante della rampa, la gatta resta fuori e il topolino dentro.

Informo a casa e il vicinato della presenza sgradita e un’interpida task force sopprime l’intruso.

Ecco… Non è nemmeno vero che “Fuori il gatto i topi ballano”!

Annunci

8 Replies to “Le mezze stagioni e altri luoghi comuni da sfatare”

  1. E pare che non ci siano più neppure i gatti di una volta 🙂
    Però è vero che, fino a qualche decennio fa, potevano cacciare indisturbati magari nei solai o in mezzo al fieno, ora invece tocca anche tirargli le orecchie perchè non portano a termine il lavoro 😀

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...