Ciak si gira!

Ho finalmente avuto un’oretta di tempo vuoto e ho pensato di guardare un film; su Netflix avevo visto scorrere tra i più riprodotti il riquadro di “Sole a catinelle”, di Checco Zalone.
Non conosco molto bene questo comico ma il film è stato girato in parte nel paese in cui abito da alcuni anni, ed ha vinto anche diversi premi della critica.

Un sabato mattina di fine luglio che avevo appena comprato la bicicletta, emblema della mia radicalizzazione nel posto (quando hai la bici diventi stanziale), stavo andando al mercato rionale.

Strade transennate; un uomo mi ferma e mi ostruisce il passaggio: di lì, ovvero davanti alla Forall, non si passa. Il motivo è che stanno girando un film. Guardo intorno alla ricerca di attori, regista, comparse… niente! Costumisti? Niente! Scenografi? Niente! Addetti alle macchine da presa? Niente. Macchine da presa? Niente!

Oh bella… ma che film è? “Cioè – mi spiega il tizio addetto alla guardia – girerANNO il film”. Nel frattempo il passaggio è impedito.

Provo a insistere: si tratta di pochi metri, fa un caldo torrido, non sporco e faccio silenzio, non lo dirò a nessuno… niente da fare, la guardia rimane impassibile, mi tocca fare il giro.

Comprensibile che mi sia rimasta la curiosità: ecco, a distanza di alcuni anni, è stata soddisfatta!

Un film terribile, remake delle commedie all’italiana anni ’70.

Checco Zalone è un mix tra le espressioni demenziali di Franco Franchi e la dialettica disarmante di Ciccio Ingrassia. Un uomo per due attori, come le offerte speciali al supermercato.

Inutile aggiungere che dopo 20 minuti di film dormivo!

Annunci

9 Replies to “Ciak si gira!”

  1. … e molte riprese sono state effettuate a Padova in zona Net Center, dove lavoro io. Ma Zalone non sono mai riuscito a vederlo, pur essendoci le strade con i camion con dentro strumenti di regia e camerini. I negozianti locali hanno invece tutti la foto con gli attori.

    Mi piace

  2. Vabbè io sarò una voce fuori dal coro… Ma mi fa morire dal ridere. Non so bene perché, dato che è tutto fuorché il mio genere. ho sempre visto i suoi film a casa e mai al cinema, niente ressa o spreco di soldi ma il ritratto che fa dell’italiano medio è spettacolare, e poi prende per il culo tutti, dai radical chic all’intellettuale all’ignorante al grezzo mediocre. Non so, a me fa molto, molto ridere.

    Liked by 1 persona

    1. Deve essere un po’ come fantozzi o AldoGiovanniGiacomo… il primo per me insopportabile ma ormai un fatto di costume, un personaggio che ha fatto storia; i secondi mi piacciono un sacco, specialmente Aldo…

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...