Persone bizzarre che incontri a primavera *

  • una tipa che alle 10 del mattino sosta su un marciapiede facendosi dei selfies tutta agghindata di cazzetti, pronta per partire con un furgonato nero per il suo addio al nubilato
  • una vecchia che contratta con il rilevatore delle auto parcheggiate perché deve stare lì poco e le basterebbe un parchimetro di 25 centesimi ma lei ha una moneta da 50 (cents)
  • un’inserviente a cui chiedo dove prendere l’ascensore al posto delle scale, dato che ho Viola in passeggino, mentre mi dà indicazioni gesticola e sposta un carrello che sta manovrando addosso ad un’auto parcheggiata in maniera apparentemente abusiva (tanto suppongo non fosse sua)
  • la donna allo sportello del centro medico dove ritiro alcuni esami che mentre mi sollevo gli occhiali da sole esclama ‘che begli occhi!!!’… Mentre perplessa rifletto mi rendo conto che Viola, pur essendo qlc metro in là è girata, si è fatta notare ugualmente
  • un’anziana donna che si fa la spesa grossa da sola e poi la paga con una banconota da 100€ più un insieme di monete che si direbbero provenire da un salvadanaio appena rotto
  • la mia estetista che tutta tronfia mi chiede i dati anagrafici perché “Sai… Ho preso il gestionale adesso!” e poi mi presenta un conto rincarato del 50% rispetto a quello che pagavo fino al mese scorso (e che il gestionale lo devo pagare tutto io e oggi stesso???)
Annunci

16 Replies to “Persone bizzarre che incontri a primavera *”

      1. Lo so. Ma lo dico perchè ho partecipato ad una cosa del genere. Solo che erano presenti anche la madre e le zie della sposa. Le amiche le avevano procurato un biberon a forma di.., beh, di quello e la costrinsero a bere da lì.
        So che è goliardia, ma io provai un imbarazzo terribile.

        Liked by 1 persona

      2. io non mi imbarazzo ma lo trovo di uno squallore unico
        si usano molto anche le questue (o collette che dir si voglia) chiedono ai passanti denaro e in cambio ti danno una sciocchezza (tipo della pasta a forma di, o dei biglietti); i soldi vengono impiegati per bere in compagnia e non si guarda tanto al quanto ma pare che sia divertente farlo (fermare i passanti, raccontare che l’amica si sposa, lasciare un ricordo della cosa).
        A volte è anche gestito in maniera spiritosa ma in genere mi fa tanta tristezza.
        Nè più nè meno delle calate nei lap dance dei maschietti….

        Mi piace

  1. La mia vicina di casa l’anno scorso si è sposata, e l’ho vista uscire con le amiche per l’addio al nubilato vestita come un mix tra Minnie di Topolino e una vera e propria ‘prostituta’.
    Tu hai fatto qualcosa di simile? (conoscendoti un pochino direi di no, ma potrei sbagliarmi)

    Liked by 1 persona

    1. Assolutamente NO! Mi sono sposata nel 2001, sono passati diversi anni, ma l’usanza esisteva già. Le mie testimoni comunque hanno organizzato una bella serata danzante, cena e post cena in un locale di quelli che si trasformano. Eravamo un bel gruppo, misti uomini e donne, ci siamo divertiti molto. L’unico orpello a tema è stata la torta, ma ci poteva anche stare…

      Liked by 1 persona

  2. Ma non hai sentito un senso di soddisfazione nel vedere che ora dall’estetista tu sei gestita con un gestionale?!

    Come quando il mio pub di fiducia aumentò le birre di un euro perché aveva dato i tablet ai camerieri per raccogliere le ordinazioni.

    Sono 10 anni che ordino sempre una media di Bass Scotch, però col tablet era tutta un’altra cosa.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...