Se prima eravamo in due

…adesso siamo in tre!

Divertente diario di una gravidanza e primo anno di vita della figlia scritto in questo caso da un padre.

Se poi il padre in questione è Fausto Brizzi si spiega il perché sia divertente.

Ciò che non mi spiego io è come, nonostante lui per primo intravveda e metta in luce tutte le follie della sua compagna/moglie, le assolva implicitamente.

Non mi piace additare un certo tipo di teorie, a partire dal veganismo e andando avanti, ma il fatto che io non mi cimenti a discuterne non significa che le avalli.

Io per prima cerco di limitare il consumo di carne ma essere vegani significa diventare talebani, estremisti.

Per questo il racconto di Brizzi mi ha fatto da un lato sorridere ma in ultima analisi mi vien da chiedere: ma con un soggetto cosi pericoloso pure un figlio ci hai fatto?

(Cito un esempio per chiarire il tutto: Claudia ha stilato una lista di canzoncine proibite per Penelope.

A parte che già censurare le canzoni per me è follia, ma se nella lista ci fossero state, chessó, faccetta nera o le osterie paraponziponzipó, un senso logico ce lo potrei trovare.

Quando però le canzoni proibite sono sull’onda di ‘Le tagliatelle di nonna Pina’ perché il testo lascia supporre che il ragù, fatto di carne, sia una pozione miracolosa… io dico che la richiesta di divorzio andrebbe presentata seduta stante).

10 Replies to “Se prima eravamo in due”

  1. A me e’ sembrato sostenere la moglie in modo cosi esagerato , da sottolinearne gli atteggiamenti estremi e rendere la situazione paradossale….

    Un lettore che stesse diventando vegano , nel leggere questo libro si sentirebbe in dovere di riconsiderare i termini e mettere dei limiti a cio’ che potrbbe diventare fanatismo

    Piace a 1 persona

  2. Non ho letto il libro spero sia tutto molto ironico, aiuto 😨. Lei la seguo su Istagram, no vax e vegana convinta, si vede che è un pochino estrema. Però mi sento anche di difendere i vegani, non sono tutti così, giuro che ho conosciuto anche gente che non rompeva le scatole al prossimo 😉

    Piace a 1 persona

    1. si molto ironico e innegabilmente piacevole

      quanto ai vegani, no-vax ed altre teorie che nel libro comunque vengono presentate, ironicamente quanto vuoi ma esistono, io mi astengo dallo scivolare in inutili dibattiti… :-*

      "Mi piace"

  3. Oh cielo! Ora capisco perché i miei contatti italiani su FB si prodigano di pubblicare vignette e frasi contro i vegani, foto di grigliate, ecc. Anche in Argentina abbiamo i vegani ma gli antivegani no. Che ognuno faccia quel che gli pare!

    Piace a 1 persona

    1. Il fatto è che in genere i vegani sposano anche una serie di altre filosofie, sulle quali non intendo esprimermi. Il problema credo (riferendomi agli anti vegani conclamati) è che spesso chi adotta certi stili di vita ne fa una battaglia contro il resto del mondo, non si limita a non mangiare carne…

      Piace a 2 people

      1. Anni fa frequentavamo un amico di mio marito vegano e veniva costantemente deriso. Lui non faceva proselitismo, però dato che in Italia tutto ruota intorno al cibo, era sempre un casino: c’erano degli snack e lui non li toccava, si voleva far merenda insieme e per lui non c’era niente, uscire a cena era impossibile (declinava l’invito perché lo spennavano per mangiarsi un contorno di verdure, giustamente). Ricordo un giorno che degli amici comuni hanno voluto invitarlo a pranzo: ci hanno messo un sacco di tempo ad arrivare a un menù, praticamente hanno fatto tutti i piatti vegani della cucina italiana (pasta con pesto, verdure fritte, ecc) e lo hanno considerato “una fatica!”. Anni dopo anche noi ci siamo avvicinati alla scelta vegana, complici i nuovi locali che offrono opzioni vegane o che sono interamente vegetariani/vegani. Per noi la differenza l’hanno fatta alcuni documentari su Netflix sugli effetti del consumo di latticini e carne. I videoclip su youtube che mostrano le “fabbriche” di carne hanno fatto il resto. Ma non siamo vegani, ogni tanto una pizza ce la mangiamo e se abbiamo fame e una brioche ci potrebbe saziare, ce la mangiamo senza troppi problemi. Diciamo che potendo evitare, evitiamo. Altrimenti amen!

        Piace a 1 persona

      2. Ecco appunto… finché uno segue il buonsenso tutto funziona… non mi permetterei di canzonare uno perché non mangia questo o l’altro ma spesso queste persone diventano estremiste in ambiti extra alimentari

        Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...