Acronimi

KISS = Keep it simple stupid!!!
Mi piacciono gli acronimi, aiutano molto a tenere a memoria i concetti.
Questo mi piace particolarmente perché è beffardo, irriverente…. Sembra quasi un consiglio paternalistico e invece poi, al posto della dolcezza del bacio, ti arriva quasi uno scoppellotto: mantieni le cose semplici, stupido!
Fare in modo che le cose restino semplici è un’attività molto onerosa. È necessario avere padronanza piena di una situazione per poterla presentare in maniera semplice agli altri, tanto da farla sembrare banale.
È un’attività il cui risultato è sorprendente: libri che sono dei capolavori, materie che diventano comprensibili.
Basta pensare ad esempio al mondo dei cartoni animati: il fenomeno Peppa Pig.

Cosa avrà di così accattivante la famosa maialina? Niente, oltre al fatto di essere semplice. Semplice il disegno, semplici i dialoghi, semplici le storie.
Vien da dire ‘avrei potuto farlo io’, è l’uovo di Colombo.
Un bravo professore sa spiegare le cose in modo che appaiano facili, comprensibili, e così vengono acquisite, memorizzate, fatte proprie.

Tutto è semplice quando lo si conosce.

Anche l’ordine è il risultato semplice di un’enorme fatica: quella di contrastare l’entropia, la spiegazione fisica al disordine imperante.

Quando ogni cosa è al suo posto sembra scontato sia così, invece dietro l’ordine c’è qualcuno che ripristina il posto alle cose che altrimenti vengono lasciate qua e là.

Anni fa lavoravo in un ufficio dove il responsabile affrontava ogni nuovo problema con il motto “Partiamo semplici, che a complicare facciamo sempre in tempo”.

In realtà, ma credo lui ci si ispirasse inconsapevolmente, questa è la base del Rasoio di Ockam, un principio filosofico secondo il quale, tra due soluzioni possibili, la più semplice è quella che ha più probabilità di essere corretta.