La migrazione dell’equinozio

Il 21 marzo è una data ‘nobile’: sigla inequivocabilmente il primo giorno di primavera, a dispetto dell’altro equinozio e dei solstizi, che non ho mai memorizzato con esattezza in che giorno cadano.
Il primo giorno di primavera è il vero capodanno, è da lì che si parte: le stagioni si elencano come primavera – estate – autunno – inverno, viene da sè che il primo giorno di primavera è il cardine attorno a cui tutto ruota.
Il 21 marzo quindi è una data importante, al pari di Natale, Epifania e Ferragosto.

Nascere il 21 marzo si porta dietro il bello di una data emblematica senza la scocciatura di sovrapporre il proprio compleanno ad altre festività.
Poi arrivano sti sapientoni astronomici che anticipano l’arrivo della primavera al 20 marzo, data assolutamente priva di succo.

Poi si inventano la giornata della felicità, della poesia, del tiramisù e dell’acqua, pensando di dare un po’ di conforto.
Eh no cari miei! Sono cresciuta recitando il proverbio ‘A San Benedetto la rondine è sotto il tetto’, per me la primavera iniziava ieri.

Annunci

5 Replies to “La migrazione dell’equinozio”

  1. A me hanno spiegato che esiste anche la primavera “meteorologica” che è diversa da quella zodiacale.
    Questa primavera meteorologica inizia il 1° di marzo. E’ una data convenzionale usata dai meteorologi per la classificazione degli eventi atmosferici (ma non ricordo i particolari).

    Liked by 2 people

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...